Brice MONTAGNOUX

 

Nato nel 1978 ad Annecy, ha studiato organo, scrittura organistica e analisi musicale con Louis Robillard e Jean Boyer al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica a Lione, dove ottiene le più alte distinzioni:

Diploma Nazionale di Studi Superiori di Musica (2001) e certificato di Attitudine e Master di Pedagogia (2004).

 

Premiato al concorso Internazionale d'Organo "Xavier Darasse" di Tolosa, ottiene anche il Gran Premio d'Organo "Jean-Louis Florentz" da parte dell'Académie Française des Beaux-Arts.

Si apre così per lui una brillante carriera internazionale che lo porta ad esibirsi sia come solista che che con gruppi vocali e strumentali in Francia e all'estero: Russia, Giappone, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Svizzera e Italia.

La sua attività conta decine di concerti ogni anno.

Dal 2016 costituisce un duo con la clarinettista Eva Villegas con la quale percorre le grandi pagine del repertorio francese e tedesco interpretando in modo virtuosistico ed esigente programmi eclettici e singolari che comprendono sia oprer originali che trascrizioni.

 

Frequentando numerosi organi storici, Brice Montagnoux sviluppa una predilezione particolare per il repertorio del 17° e 18° secolo e, in parallelo per la scuola organistica francese che va da César Franck a Olivier Messiaen, sempre con brani il più possibile eclettici.

Musicista sensibile, è alla ricerca costante dell'eccellenza sia per quanto riguarda l'abilità tecnica che per l'interpretazione, basata sulla chiarezza dell'esecuzione, il rispetto dei diversi stili e l'equilibrio delle registrazioni.

 

La curiosità per l'evoluzione del suo strumento e la preservazione del patrimonio organologico lo porta ad una forte implicazioni con le collettività locali in vista sia della creazione di nuovi organi che della preservazione di quelli esistenti.

 

Dopo aver insegnato organo al Conservatorio Regionale di Toulon Provence Méditerranée, Brice Montagnoux viene nominato nel 2012 Direttore del Cefedem-Sud a Aix-en-Provence e si dedica alla formazione e accompagnamento dei giovani artisti e agli insegnanti, in partenariato con Aix-Marseille Université e numerosi altri peratori culturali.

Sotto il suo impulso, questo Istituto di eccellenza ottiene nel 2016, per decisione ministeriale, il titolo di Polo d'Insegnamento Superiore di Musica per un vasto territorio che si estende da Montpellier a Monaco.

Brice Montagnoux continua oggi a dirigere questa struttura, ormai diventata Istituto d'Insegnamento Superiore di Musica (IESM) Europa e Mediterraneo.